Servizio Vertenze Legali: Lavoro nero e irregolare

 

Il lavoro nero o irregolare si presenta sotto svariate forme e con molte sfaccettature. A titolo di esempio si passa da situazioni di totale irregolarità e conseguente evasione contributiva e fiscale, a casi in cui il rapporto è solo in parte regolarizzato, oppure viene formalizzato con tipologie contrattuali diverse dalle effettive modalità con le quali si svolge.

Insieme alla violazione dei diritti contrattuali, il lavoro nero porta con sé anche l’annullamento di altri diritti, quali la mancanza di copertura economica da parte degli enti assicurativi e previdenziali in caso di infortunio, malattia, maternità, disoccupazione fino ad arrivare al danno pensionistico che si patirà in futuro.

Per questi motivi è importante contattare uno dei nostri Uffici Vertenze, per verificare nel dettaglio la propria posizione, assumere tutte le informazioni necessarie e decidere poi insieme cosa fare.

Per facilitare il lavoro dei nostri operatori, ti chiediamo preventivamente di raccogliere tutte le informazioni necessarie. In particolare ti chiediamo di ricostruire:

  • il periodo in cui si è svolto il lavoro
  • la denominazione (ragione sociale – codice fiscale) e l’indirizzo esatto del datore di lavoro con cui è intercorso il rapporto di lavoro
  • le modalità esecutive (fasce orarie, giorni di lavoro nell’arco della settimana)
  • le forme di pagamento adottate (contanti – assegni – bonifici)
  • gli eventuali contratti individuali sottoscritti (collaborazioni occasionali – Co.Co.Co. – Co.Co.Pro.) con i quali è stato formalizzato (anche parzialmente) il rapporto
  • valutare la possibilità di avvalersi di testimoni che hanno presenziato in maniera significativa al lavoro irregolare (colleghi o altre persone)