Servizio Vertenze Legali: Maternità e paternità

Le leggi ed i contratti di lavoro prevedono una serie di diritti e di tutele per le lavoratrici madri, sia per quanto riguarda la conservazione del posto di lavoro (divieto di licenziamento), sia relativamente a permessi e congedi durante la gravidanza e nei primi anni di vita del bambino.
La Legge n. 53 dell’8 marzo 2000 (“Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città”) e successivamente il D.Lgs. 151/2001 hanno esteso notevolmente tali diritti e tutele anche al lavoratore padre.

La CGIL, oltre ad essere una delle Associazioni che si è maggiormente impegnata per la promulgazione della legislazione in materia, svolge diverse attività di informazione e sostegno alle lavoratrici madri ed ai lavoratori padri.

In particolare è possibile rivolgersi, oltre che alla Categoria sindacale che si occupa del settore in cui opera l’azienda di cui il lavoratore o la lavoratrice sono dipendenti, ad uno dei seguenti Servizi a seconda del tipo di quesito:

  • al Centro donna per informazioni, consulenza, assistenza sulla legislazione ed i diritti (rivolto solo ed esclusivamente alle lavoratrici)
  • al Patronato INCA che offre assistenza e tutela per accedere a tutte le prestazioni legate all’evento maternità o in caso di adozione
  • agli Uffici Vertenze Legali per violazioni contrattuali o mancato rispetto dei diritti e delle norme di legge