Servizio Vertenze Legali: Provvedimenti disciplinari

L’art. 7 della legge n. 300 del 1970 (Statuto dei Lavoratori) regolamenta in maniera rigorosa la gestione della procedura di contestazione disciplinare cui l’impresa può ricorrere se ritiene che vi siano stati da parte dei dipendenti violazioni di obblighi di diligenza, correttezza, fedeltà.

Questa formulazione, nella maggior parte dei casi ripresa anche dai Contratti Collettivi di Lavoro, prevede che la contestazione debba avere specifico aspetto formale e che debba avvenire entro pochi giorni dal fatto. Per contro, il lavoratore è chiamato a fornire giustificazioni entro cinque giorni, giustificazioni che possono essere fornite con l’assistenza di un rappresentante sindacale.

Per questi motivi è importante contattare immediatamente dopo aver ricevuto la contestazione i delegati sindacali se presenti in azienda oppure i funzionari di Categoria, per concordare congiuntamente le modalità operative da adottare.

Ricorda di portare con te:

  • la lettera di contestazione disciplinare
  • eventuali altre contestazioni e provvedimenti ricevuti negli ultimi due anni
  • la lettera di assunzione
  • l’ultima busta paga.