martedì, Ottobre 26, 2021
Banner Top

Obbligo di trasparenza dei contributi pubblici anche per Associazioni, Onlus e Fondazioni

La Legge 4 agosto 2017, n. 124, in particolare ai commi da 125 a 129, modificata nella formulazione attuale dal Decreto legge 30 aprile 2019, n. 34 (“Decreto Crescita” convertito L. 28/06/ 2019 n. 58)) ha disposto in modo permanente alcuni obblighi di trasparenza riguardanti i contributi pubblici ricevuti (anche) dagli Enti non profit.

La normativa vigente stabilisce che le Associazioni, le Onlus e le Fondazioni sono tenute a pubblicare nei propri siti internet o portali digitali le informazioni relative a sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiutiin denaro o in natura, (pari o superiori a 10.000 euro) ma privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria.

I soggetti erogatori considerati dalla normativa sono: pubbliche amministrazioni; società controllate da PA; società in partecipazione pubblica; associazioni, fondazioni o enti di diritto privato con bilancio superiore a cinquecentomila euro (ai sensi dell’art. 2 bis D.lgs. 33/2017).

Alla luce di ciò, riepilogando, gli ETS (Associazioni, Onlus, Fondazioni) che nel 2020 hanno ricevuto contributi da Enti pubblici pari o superiori a 10 mila euro, comprese le somme derivanti dal 5 per mille, sono obbligate a darne pubblicità sul proprio sito web istituzionale entro il 30 giugno 2021.

 

Per la Camera del Lavoro Metropolitana di Milano i contributi sotto forma di credito fiscale, utilizzato in compensazione sono stati:

anno 2020

  • 15.640€ Bonus Sanificazioni;
  • 49.365€ Bonus Locazioni.