La nostra storia

Il 1 ottobre 1891 nasce a Milano, presso alcuni locali del Castello Sforzesco, la Camera del Lavoro, con lo scopo di “coordinare unitariamente le varie Società di lavoratori salariati organizzati per Sezioni di arti e mestieri, e favorire lo studio e la difesa degli interessi economici, industriali, agricoli, commerciali, e di tutto quanto si rifletta al miglioramento morale e materiale della classe lavoratrice”.
Le Camere del Lavoro furono la base costitutiva della Confederazione Generale del Lavoro.


LO STENDARDO DELLA CAMERA DEL LAVORO
Rappresenta simbolicamente l’unione e la solidarietà tra i lavoratori: su una base di seta rossa sono infatti applicati ventiquattro quadri ricamati a punto pieno che rappresentano ciascuno il simbolo di una categoria operaia: metallurgici, fonditori di caratteri, ferrovieri, carrettieri, falegnami, tessitori, sarti, orologiai, tintori, conciatori in pellame, guantai, badilanti, mugnai, pittori e imbiancatori, impiegati, lavoratori del libro, chimici, scalpellini, accenditori, panettieri, cappellai, muratori, ombrellai, canestrai.

Stendardo